Miglior conto corrente 2016 – Confronto costi conti online

Miglior conto corrente online – Quale banca scegliere?

Ad un certo punto della vita si diventa grandi, si inizia a percepire uno stipendio e si sente la necessità di aprire un conto corrente. Fino a qualche tempo fa avevamo il libretto postale aperto dalla nonna, la federa del cuscino o la scatola di latta dentro cui custodiamo i nostri soldi ma ora siamo cresciuti ed è ora di entrare a far parte del popolo dei correntisti. Siamo adulti insomma. Quindi la prima decisione da affrontare è quella di cercare il miglior conto corrente per gestire i pagamenti e le entrate.

Conoscere l’affidabilità della Banca

Prima di aprire un conto corrente, è importante conoscere la situazione della banca a cui decidiamo di rivolgerci per affidare i nostri risparmi. Sappiamo che negli ultimi tempi alcune banche sono state colpite da crisi. E’ giusto informarsi, quindi, sull’affidabilità di una banca. Stando alle ultime notizie, tra le banche più sicure spicca Mediolanum, seguita da Credem, Mediobanca, Intesa Sanpaolo, Ubi Banca e Unicredit. Periodicamente le stesse banche o i principali quotidiani fanno dei rendiconti sull’affidabilità delle varie banche.

Quali sono i costi di un conto corrente?

Per quanti pensano di guadagnarci, in termini economici, va detto che diventare correntista comporta dei costi. In media i costi annui di un correntista si attestano, secondo un’indagine di Corriere Economia, intorno ai 135,00 euro l’anno. Sempre secondo la suddetta indagine, i costi di mantenimento del conto corrente sono aumentati, nel primo semestre 2016, del 6%. Parliamo dei costi per conti in banche fisiche. E già! Perché dobbiamo prima di tutto decidere se vogliamo affidare i nostri soldi ad una banca fisica o ad una banca online.

Per quanto attiene i conti online, però, bisogna fare attenzione ad alcune particolari operazioni che potrebbero far lievitare i costi rendendo vani i benefici di non avere una banca fisica coi suoi relativi costi al seguito. Per esempio, il prelievo di contanti in filiale comporta commissioni fino a 5€, effettuare un bonifico allo sportello fino a 7,50€.

Quali sono i più vantaggiosi?

Per questo mese di ottobre 2016, tra le migliori offerte di conti correnti, troviamo:

  • ZeroTondo di Intesa SanPaolo. Questo conto non prevede alcun canone. In dotazione: carta Bancomat e carta di credito, servizi internet, cellulare e telefono, rendiconti e altre comunicazioni della banca se in formato elettronico, accredito di stipendio o pensione, domiciliazione bollette, bonifici ordinari Italia e BEU (bonifico europeo unico) effettuati tramite internet e telefono, libretto assegni;
  • Conto corrente Arancio a zero spese di Ing Direct: conto senza spese di apertura, gestione e chiusura eventuale del conto, zero canone annuo del conto corrente, zero canone annuo delle carte, costi zero anche per prelievi, accrediti, pagamenti e bonifici, e altre operazioni;
  • Conto Webank di Bpm: conto online a zero spese, con un tasso annuo lordo dello 0,10%, prevede il pagamento dell’imposta di bollo di 34,20 euro l’anno, che si azzera se il valore medio di giacenza annuo non supera i 5.000 euro l’imposta di bollo; di Qubì di Ubi Banca, conto corrente che si può attivare direttamente online da casa propria.

Conto online Mediobanca

Tra i conti online a zero spese più convenienti del 2016 troviamo Conto corrente CheBanca: canone annuo pari a zero in favore di coloro che operano prettamente via web, bancomat gratis e carta di credito MasterCard con costo annuo azzerabile. Una delle caratteristiche più importanti di questo prodotto è la flessibilità: coloro infatti che preferiscono un approccio più tradizionale con la proprio banca e che quindi utilizzano come canale principale di contatto la filiale, possono attivare l’ Assistenza in Filiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *